Bombe NATO sull’ospedale di MSF

INTOLLERABILE CRIMINE DI GUERRA
LA N.A.T.O. BOMBARDA L’OSPEDALE DI MEDICI SENZA FRONTIERE
22 MORTI: 12 OPERATORI DI MSF E 10 PAZIENTI, TRA CUI 3 BAMBINI
A KUNDUZ, AFGHANISTAN

Nell’ospedale venivano accolti e curati tutti i feriti di guerra, senza alcuna
distinzione. Gli afghani sono un popolo martire, vittima dei signori della guerra
trafficanti di droga e di amichevoli invasori che scaraventano tonnellate di
bombe umanitarie, per portare pace, democrazia e tutte le cosiddette conquiste
della civiltà occidentale.

Le truppe italiane sono ancora lì, insieme ad altri paesi europei membri della N.A.T.O.,complici subalterni di un’alleanza che si fa gendarme del mondo in nome di potentissimi interessi economici:
” L’espansionismo atlantista si accompagna ai nuovi tipi di mandato assuntidall’Alleanza: peacekeeping, polizia internazionale, antiterrorismo… Questo mette in discussione il diritto internazionale e il ruolo delle Nazioni Unite. L’equilibrio
strategico mondiale è messo in discussione dallo scudo missilistico, dalla presenza
nei Balcani, dalle azioni di guerra in Afganistan e in Libia. E’ ormai chiaro che la NATO ha sempre meno a che fare con la difesa collettiva dei suoi componenti. E’ chiaramente uno strumento geopolitico e militare al servizio di un imperialismo statunitense come si sta evolvendo nell’epoca della globalizzazione.”
(M.D.Nazemroaya, “La globalizzazione della NATO”, Arianna Ed)

La massima libertà per i capitali si accompagna alla riduzione dei diritti degli esseri umani, della democrazia, della sovranità degli stati nazionali: tutti i popoli ne sono vittime. Ma gli afghani che fuggono in Europa, fuggendo dagli interventi degli USA e della NATO,vengono accolti come invasori, non come vittime della nostra criminale arroganza neocoloniale. Così come i siriani, gli iracheni, i somali, gli eritrei.

L’ITALIA E’ PARTE DELLA N.A.T.O., OSPITA SUL SUO TERRITORIO BASI
SIAMO ANCHE NOI RESPONSABILI DELL’ATTACCO ALL’OSPEDALE DI MEDICI
MILITARI DOTATE DI BOMBE ATOMICHE SEMPRE PIU’ POTENTI:SENZA FRONTIERE.
ALLE ISTITUZIONI ITALIANE, ALLA REGIONE TOSCANA, AL COMUNE
INTERNAZIONALE INDIPENDENTE, COME RICHIESTO DA MEDICI
DI FIRENZE, CHIEDIAMO DI ESIGERE UN’INCHIESTA SENZA FRONTIERE

L’Altra Europa con Tsipras Comitato Fiorentino – Statunitensi contro la guerra – Rete Antirazzista Fiorentina – Comunità delle Piagge – Redazione Fuori Binario – Rifondazione Comunista Firenze -Giovani Comuniste/i Firenze – SEL Firenze – Associazione Periferie al centro – PalazzuoloStradaAperta- Coordinamento “Basta morti nel Mediterraneo” – Una città in Comune Firenze

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>