Adesso basta, il PD non è il padrone della città!

Una Città in Comune apprende oggi dal sito di Dario Nardella che ha convocato per sabato 17 alle 15.15 tutti (tutti chi?) in piazza della Signoria per ‘l’abbraccio più grande del mondo’.
Vi spieghiamo perchè questa notizia, apparentemente innocente, esemplifica invece perfettamente la gestione padronale che il PD ha di questa città.
Una Città in Comune è formato da donne e uomini dei movimenti e dei comitati fiorentini, gli stessi movimenti e comitati che in questi anni hanno richiesto alla questura il permesso per poter manifestare in piazza della Signoria e che ogni volta hanno ricevuto un rifiuto perchè il passaggio di chi è senza casa, senza lavoro, senza diritti da quel luogo avrebbe potuto ‘danneggiarne l’immagine’.
Ci è stato concesso al massimo, dopo lunghe trattative, di lambire quella piazza passando da Via de’ Gondi o fermandoci in via Vacchereccia.

Adesso però è arrivata la campagna elettorale, anche al PD serve una piazza e decide che in effetti simbolicamente piazza della Signoria è la più adatta all’uopo.
Così il 9 maggio scorso a dispetto della regola sul divieto dell’uso di tale piazza, decisa con tutte le altre forze politiche prima della campagna elettorale, viene comunicato alla commissione elettorale che ci sarà una deroga e nell’ultima settimana prima delle elezioni, 17-23 maggio, le forze politiche potranno usarla dalle 17:00 alle 23.00.
Guarda caso la deroga concide con la richiesta da parte del PD di fare la sua chiusura campagna proprio lì il 23 maggio alla presenza di sua maestà Renzi che salirà di nuovo per una sera da Roma a Firenze, nella città che ha usato a suo piacimento come trampolino per soddisfare la sua ambizione.
Oltre alla deroga fatta su misura per il PD per la serata di chiusura adesso troviamo sul sito del reggente questa nuova iniziativa prevista per sabato prossimo.
Dato che da verbale la deroga riguardava la fascia oraria che va dalle 17:00 alle 23:00 nella prossima commissione elettorale di venerdì 16 alle ore 11:00 ci sarà comunicata una nuova deroga per andare incontro al bisogno improvviso che il PD ha di abbracciare tutti?

Siamo di fronte ad un nuovo partito dell’amore o all’ennesimo assoggettamento delle regole ad uso e consumo di chi comanda?

La città e le sue piazze appartengono a chi le vive ogni giorno e a chi ogni giorno trova la forza di scenderci per manifestare per i diritti di tutte e tutti, per questo denunciamo l’ennesimo atto di arroganza del potere del PD e per questo Una Città in Comune sabato 17 alle 15:30 sarà in piazza San Marco a manifestare accanto all’Assemblea contro l’Austerità contro il modello del governo Renzi che ci vuole precari e senza diritti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>